Il Teatro dell’Opera di Roma ha presentato la stagione estiva che si svolgerà al Circo Massimo

Il Teatro dell’Opera di Roma ha presentato la stagione estiva che si svolgerà al Circo Massimo

Ventisei serate di opera, balletto e concerti per il palcoscenico di Opera al Circo Massimo, dal 15 giugno al 5 agosto.

Circo Massimo, Laboratorio scenografie, conferenza stampa
Laboratorio scenografie, conferenza stampa

Presentata in conferenza stampa, nel suggestivo laboratorio di scenografia, la stagione estiva con cui l’Opera torna al Circo Massimo. Ventisei serate di spettacolo con un’offerta di eccellenza su un palcoscenico progettato per il vasto spazio del Circo Massimo. Realizzato nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19 per garantire il distanziamento interpersonale e la massima sicurezza a spettatori e artisti. In particolare il pubblico, che sarà di mille spettatori, usufruirà di quattro ingressi diversi e separati.

Circo Massimo, Laboratorio scenografie, vista
Laboratorio scenografie, vista

Un nuovo allestimento per Il trovatore di Verdi che, con la direzione di Daniele Gatti e la regia di Lorenzo Mariani, inaugura la stagione estiva che si svolgerà al Circo Massimo dal 15 giugno al 6 agosto 2021. Il maestro Myung-Whun Chung, alla direzione dell’Orchestra del Lirico capitolino, debutta con la Messa da Requiem di Verdi. Madama Butterfly e La bohème di Puccini sono presentate in due allestimenti ripensati per il nuovo palcoscenico del Circo Massimo.

Presente alla conferenza stampa la Sindaca di Roma e Presidente della Fondazione Teatro dell’Opera Virginia Raggi che ha affermato: “È un’emozione trovarci qui e presentare la stagione estiva. Anche quest’anno il Teatro dell’Opera di Roma è stato il primo ad aprire. Il teatro è per Roma una fonte inesauribile di produzione e ispirazione e abbiamo capito quanto stavamo perdendo. Il teatro non si è mai fermato”.

Circo Massimo. Alessio Vlad, Virginia Raggi, Lorenzo Tagliavanti
Alessio Vlad, Virginia Raggi, Lorenzo Tagliavanti

La Sindaca ha dichiarato: “Il programma della stagione estiva 2021 del Teatro dell’Opera di Roma ci lascia senza fiato: è il prodotto dell’eccellenza, l’espressione del talento e della resilienza dei nostri artisti impegnati sul palco e dietro le quinte, insieme alle maestranze, per regalarci il sogno della bellezza. Ma anche della lungimiranza del Sovrintendente Fuortes e della direzione artistica, che ringrazio, per aver saputo dare continuità e spessore all’offerta culturale in questo periodo delicato, riconfermando l’istituzione teatrale come punto di riferimento della vita culturale cittadina e internazionale. Le nostre stelle della musica e della danza si esibiranno nella cornice magica del Circo Massimo, dando vita a una sintesi perfetta delle mille attrattive della Capitale: arte, storia, tradizione e innovazione. Quest’appuntamento con la cultura è, ancora una volta, il simbolo di una ripartenza che coinvolge tutti, e ci fa ben sperare nel futuro”.

Eleonora Abbagnato
Eleonora Abbagnato

La prima opera in scena per la stagione estiva 2021 al Circo Massimo è un nuovo allestimento di un grande classico: Il trovatore di Verdi. Nel ruolo di Manrico si alterneranno Fabio Sartori e Piero Pretti. Roberta Mantegna, reduce dal trionfo in Luisa Miller diretta dal maestro Mariotti, sarà Leonora. Dopo la prima di martedì 15 giugno, lo spettacolo torna in scena sabato 19, giovedì 24, domenica 27 giugno, domenica 4 e martedì 6 luglio.

“Con l’Opera al Circo Massimo cercheremo di portare la bellezza ai romani e ai turisti della nostra città ed anche la gioia, dopo molto tempo, di rivivere la cultura finalmente insieme.- ha detto il sovrintendente dell’Opera di Roma Carlo Fuortes – Fare opera e balletto in uno spazio archeologico così straordinario permette di moltiplicare il piacere della musica e dell’arte, facendo diventare queste serate esperienze uniche e indimenticabili”.

 Eleonora Abbagnato, Lorenzo Tagliavanti, Virginia Raggi
Eleonora Abbagnato, Lorenzo Tagliavanti, Virginia Raggi

Fuortes ha aggiunto in conferenza: “Speriamo di poter ampliare a 1500 posti. Apriremo alle ore 21. A novembre, quando abbiamo visto che il teatro si chiudeva al pubblico abbiamo subito pensato di ampliare il pubblico. Lo streaming ci consente di dialogare con tutto il mondo. Il Barbiere di Siviglia è già nei cinema dell’Australia ed è stato venduto in Russia, America latina e Paesi dell’Est. Siamo andati nei luoghi della grande architettura (la Nuvola e il MAXXI) e in quelli storici come Palazzo Farnese e la Galleria Borghese grazie alla sua direttrice Francesca Cappelletti. Non abbiamo perso tempo, anzi la reputazione del nostro teatro è cresciuta. Al Circo Massimo un grande ledwall grantirà il coinvolgimento anche del pubblico più distante”.

La grande danza è assicurata con Il lago dei cigni e la serata di Roberto Bolle and Friends. Mentre Vinicio Capossela si esibirà con l’Orchestra Maderna.

Circo Massimo. Virginia Raggi, Carlo Fuortes, Eleonora Abbagnato
Virginia Raggi, Carlo Fuortes, Eleonora Abbagnato

Il grande classico del repertorio ballettistico, Il lago dei cigni, è il secondo titolo del cartellone estivo. Balletto romantico, percorso dall’eterno conflitto tra Bene e Male, continua ad affascinare gli spettatori. La coreografia di Benjamin Pech si innesta in un allestimento magico fatto di scene raffinate e preziosi decori dello scenografo Aldo Buti. Le note di Pëtr Il’ič Čajkovskij sono affidate alla bacchetta del maestro Andriy Yurkevych che dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma.

Le étoiles Alessandra Amato e Rebecca Bianchi e i primi ballerini Susanna Salvi e Claudio Cocino si alterneranno con prestigiosi ospiti internazionali. Come la prima ballerina dell’Het Nationale Ballet di Amsterdam Maia Makhateli, il principal dancer del Bol’šoj di Mosca Semyon Chudin e l’étoile dell’Opéra di Parigi Germain Louvet. Dopo la prima di martedì 22 giugno, ben cinque repliche: venerdì 25, sabato 26, mercoledì 30 giugno, giovedì 1 e venerdì 2 luglio.

Alessio Vlad e Virginia Raggi
Alessio Vlad e Virginia Raggi

Il direttore artistico Alessio Vlad ha presentato le tre opere e il concerto. La Madama Butterfly di Giacomo Puccini nell’allestimento firmato dal regista Àlex Ollé de La Fura dels Baus per la direzione di Donato Renzetti. Nella sua lettura la giovane geisha è una ragazza comune, non più ingenua o romantica di tante altre nel mondo. Mentre Pinkerton è un ricco uomo d’affari. I sogni verranno però infranti e le promesse non mantenute. Nel ruolo di Cio-Cio-San debutta a Roma Corinne Winters. Mentre Adriana Di Paola interpreterà l’ancella Suzuki. Nel ruolo di Pinkerton torna Saimir Pirgu in alternanza con Angelo Villari. Dopo la prima rappresentazione di venerdì 16 luglio sono previste quattro repliche: martedì 20, giovedì 29, sabato 31 luglio e venerdì 6 agosto.

Sabato 24 luglio per la prima volta sul podio dell’Orchestra del Lirico romano il maestro Myung-Whun Chung con la Messa da Requiem, considerata il capolavoro sinfonico-corale di Giuseppe Verdi. Fu composta sull’onda dell’emozione per la morte di Alessandro Manzoni, poeta molto amato dal compositore. Fu eseguita dallo stesso Verdi per la prima volta nel 1874 per commemorare lo scrittore a un anno dalla scomparsa. Nel cast quattro solisti di rilievo come il soprano Krassimira Stoyanova, il mezzosoprano Daniela Barcellona, il tenore Saimir Pirgu e il basso Michele Pertusi.

Eleonra Abbagnato, Carlo Fuortes e Virginia Raggi
Eleonra Abbagnato, Carlo Fuortes e Virginia Raggi

Si prosegue con La bohème di Giacomo Puccini. L’allestimento è quello andato in scena alle Terme di Caracalla nel 2014 con la regia di Davide Livermore, che firma anche scene, costumi e luci. In questa produzione, grazie a giochi di tecnologia, video mapping e proiezioni, famose opere d’arte dell’impressionismo francese circondano i protagonisti immergendoli in un continuum pittorico. Dirige l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma il maestro Jordi Bernàcer. Nei ruoli principali Vittoria Yeo (Mimì) e Piero Pretti (Rodolfo). Parteciperanno gli allievi della Scuola di Canto Corale dell’Opera. Dopo la prima di venerdì 30 luglio, tre repliche ad agosto saranno domenica 1, martedì 3 e giovedì 5.

La direttrice del corpo di ballo Eleonora Abbagnato ha dichiarato in conferenza: “È un piacere ritrovarsi tutti insieme. Non vediamo l’ora di risentire il grande pubblico del Circo Massimo. Siamo riusciti ad andare avanti. Dal primo giorno, l’8 marzo, siamo stati pronti ad affrontare questo periodo creando progetti nuovi. Il corpo di ballo non si è quasi mai fermato. I nostri maestri da zoom hanno seguito i ballerini a casa. Per Il Lago dei cigni la compagnia deve essere nella sua massima forma. Ci sono 65 persone in scena che hanno provato con le mascherine. Ho voluto questo balletto per riportarli alla massima fisicità per ripartire. Ho voluto portare a Roma anche i grandi nomi della danza classica, come Maia Makhateli“.

Laboratorio scenografie, angolo sartoria
Laboratorio scenografie, angolo sartoria

Lorenzo Tagliavanti, partner finanziario, ha evidenziato come: “Lo scorso anno abbiamo usato spazi unici, contenitori ideali per eventi culturali. L’8,7% della ricchezza che Roma produce proviene dal settore della cultura. Mentre quella prodotta dal settore cultura in Italia è il 5,7%. Noi vogliamo ripartire dal turismo “ricco” di contenuti: musica, cultura. Con questo calendario ci ripresentiamo alla ripartenza”.

Due extra in programma, mercoledì 23 giugno Vinicio Capossela e poi Roberto Bolle and Friends. Capossela si esibirà nel magico scenario archeologico accompagnato dall’Orchestra Maderna diretta dal maestro Stefano Nanni. A partire dai brani contenuti nel disco e ispirati dall’opera di Richart de Fornival nasce il progetto Bestiario d’amore, una esplorazione dell’amore in tutte le sue forme in questa epoca caratterizzata dal distanziamento.

Circo Massimo, Laboratorio scenografie con vista sulla Bocca della Verità
Laboratorio scenografie con vista sulla Bocca della Verità

Dal 13 al 15 luglio ritorna a Roma una star internazionale: Roberto Bolle. Porterà per la prima volta al Circo Massimo il suo gala che riunisce alcune delle stelle più brillanti del panorama ballettistico mondiale. Roberto Bolle ha precisato: “È importante come in questo momento dare segnali forti di speranza e di impegno per un ritorno alla normalità. Non possiamo permettere che ci si rassegni ad una vita senza arte e senza spettacolo dal vivo e troppo tempo è passato”.
Dal 2011 la presenza di Bolle è un’amata consuetudine delle stagioni estive dell’Opera di Roma. Ogni anno le sue serate fanno registrare il tutto esaurito.

Informazioni

Tutte le rappresentazioni inizieranno alle ore 21.

I biglietti per la stagione estiva 2021 al Circo Massimo saranno in vendita da mercoledì 19 alle ore 10 presso la Biglietteria e sul sito del Teatro dell’Opera di Roma.

Per informazioni: operaroma.it

Antonella Cecconi

Viaggi-cultura dipendente. Amo raccontare luoghi, persone, arte e culture. Innamorata dell'orizzonte non potrei vivere senza nuove destinazioni, arte, mare e la mia porta per l'altrove: i libri. I regali più graditi: un biglietto per un viaggio o un libro. Segni distintivi: una prenotazione in tasca, un libro nell'altra e un trolley accanto al letto. antonella@nomadeculturale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.